Schweizerischer Nutzfahrzeugverband
Association suisse des transports routiers
Associazione svizzera dei trasportatori stradali
Sezione Ticino

Attualità

Da Presidente a Presidente: l'ultimo addio a Waldo Bernasconi

Videomessaggio del nostro Presidente Adriano Sala in onore del suo predecessore, recentemente scomparso
  Leggi di più

Le prospettive economiche ai tempi del coronavirus

Quali saranno le ripercussioni finanziarie di questo Nemico Invisibile sul settore dei trasporti?
Il primo numero dell'anno di Perspective analizza la situazione che stiamo vivendo e stima delle proiezioni.
  Leggi di più

COVID-19: DA OGGI 26 MARZO 2020 POSSIBILE RICHIEDERE I CREDITI TRANSITORI!

L'iniziativa fa parte di una serie di misure finanziarie che il Consiglio Federale ha deciso per sostenere le aziende colpite dalle ripercussioni della pandemia coronavirus.
  Leggi di più

Emergenza coronavirus: misure finanziarie decise dal Consiglio Federale

Di seguito trovate quanto deciso dal Consiglio Federale venerdì 20 marzo, per contrastare l'impatto economico coronavirus sulle aziende svizzere:
  Leggi di più

EMERGENZA CORONA VIRUS

ASTAG Svizzera e ASTAG Sezione Ticino monitorano costantemente la situazione
  Leggi di più

Prospettive economiche in Svizzera nel 2020

Come verrà condizionato il settore degli autotrasporti in Svizzera dalla Brexit e da altri macrofattori economici?
La dettagliata analisi contenuta in Perspective risponde a questa e molte altre domande.
  Leggi di più

Via libera al Contratto Collettivo di Lavoro
per l’autotrasporto in Canton Ticino

Intesa storica di ASTAG Sezione Ticino per un contratto collettivo di lavoro del settore che abbia forza obbligatoria su tutte le imprese che operano nel Cantone. L’accordo, siglato oggi dai vertici di ASTAG Ticino, e da quelli del sindacato OCST e Les Routiers Suisses Sezione Ticino e Moesano, trae precise motivazioni nella necessità ormai cogente di mettere un freno al dumping salariale e specialmente al fenomeno crescente di aziende indigene e straniere, spesso con personale sottopagato, che esercitano in modo indiscriminato attività di cabotaggio sulle strade e autostrade e svizzere.

Il nuovo Contratto che già oggi è stato inviato al Consiglio di Stato per ottenere il riconoscimento di forza obbligatoria e quindi il vincolo valente nei confronti di qualsiasi tipo di impresa che eserciti attività di autotrasporto su territorio cantonale, nasce da una segnalazione della Commissione Tripartita che nei mesi scorsi aveva evidenziato una situazione di dumping salariale nel Cantone, ipotizzando la definizione obbligatoria per legge di minimi salariali.

Proprio i minimi salariali, oltre a norme regolamentari ad esempio in tema di assicurazioni, sono oggetto del nuovo contratto collettivo che attribuisce anche alla Commissione paritetica composta da quattro membri di ASTAG e da quattro rappresentanti del sindacato il potere di effettuare controlli nelle aziende per verificare il rispetto del contratto unico.

“La scelta di un contratto collettivo – ha sottolineato il presidente di ASTAG, Adriano Sala – risponde a esigenze concrete e alla necessità di porre un reale freno a fenomeni distorsivi della concorrenza, favorendo al tempo stesso la messa in opera di misure di garanzia destinate ad avere una forte incidenza anche sui livelli di sicurezza sulle nostre strade e autostrade”.

“Le indicazioni fornite dalla Commissione Tripartita – ha concluso Sala – ci hanno posto difronte a una svolta obbligata: o subire il contratto e i minimi salariali come una imposizione esterna o gestire questi temi confermando la forte vocazione di ASTAG di collaborare con le Istituzioni per la costruzione di un mercato del trasporto sempre più trasparente”.
  Leggi di più